– La rovina del vento che increspa!

La pelle dell'acqua era tutto, fuorché botulinica, liscia, bonificata, cerettata...Ancora un colpo di vento, ancora... ed il ramo gentile sfiorò fino a bucare i brividi del mare. Da quel tocco cerchi concentrici rasserenarono colei che si distende di sale, suggerirono un ritmo al moto dei pesci.Il ramo era nodoso, curvo dalle continue sferzate del tempo,... Continue Reading →

Era il momento

nel pavimento rimandano i sensi taciuti, io passo e ripasso a cercarli . sono tanti, troppi per i ricordi è giorno senz'alba e tramonto privo di crepuscolo . è la voce dimentica del mio nome . essenza. b.l.

La sapienza dell’erba medica

Si cominciava da una croce di arbusti bagnati, ci intrecciavi stuoia sempre umida, perché a quei tempi, non facevi mai materiale di scarto... Poi altri due arbusti, a formare una stella, steli lunghi, ed altra stuoia. Movimenti ripetuti per contenere il pane di tutti i giorni. b.l.

-E’_

Segni in basso, segni in mezzo e, se affondo, mi viene da sorridere.La fossetta si anima e mi sembra che quella luce negli occhi tuoi mi appartenga.E' così, senza moneta che possa pagare di più, che ti tengo nella mia stanza più segreta, dove mi appartieni per sempre.Che strano, quella luce negli occhi azzurri miei... Continue Reading →

dovere a se stessi

Il coraggio dovuto, comprende anche quel momento in cui bisogna fare violenza a se stessi, prendendo il largo in piena tempesta...Il prima è l'attesa della maturazione di quel momento. Il dopo, è la ripresa del viaggio.b.l.

*immagina

Si, immagino, mentre scendi a lavare e scoprire, a togliere il velo che mi riveste.Cantastorie con gli occhi e le poche parole, apro la finestra tirando le tende.Immagino e ti bevo, immagino che scendi nella gola e ti fondi nelle vene. Giù il velo ed è giorno, primi minuti dai capelli arruffati, mentre ancora scendi... Continue Reading →

-L’essenziale-

Non si trova dentro perché, liquido, scivolerebbe via. No. E' nei colori ed ancora meglio nella loro assenza, che si esprime. Come foto esposta al sole, brucia l'immagine e rimane la carta e quello scuro d'impronta a raccontare di quel momento in cui noi, abbiamo vissuto.  E si respira e, ancora, si vive. Il punto... Continue Reading →

Vogliamo parlarne…

Il mio sole nascerà dove cammini tu...  Questo canta Pino Daniele. Io lo so che è così, ma quanto pesa ascoltare solo i propri passi.  Eppure ogni passo è un sorriso che non potrò aspettarmi ma che c'é, so che c'é.  E' uno specchio strano, questo tempo; vuole decidere per me che vicino al sole... Continue Reading →

Gelsomino

arbusto masticato sei rimasto e magari, ancora fiorito mentre qui l'aria è bianca e velata . Fra un punto e l'altro il mio pensiero cresce b.l.

Crea un sito o un blog gratuito su WordPress.com.

Su ↑

Crea il tuo sito web con WordPress.com
Crea il tuo sito